Benvenuti sul sito della Federazione Italiana Medici Estetici
Trova Medico

La Federazione Italiana Medici Estetici (F.I.M.E) è nata nel 2013 allo scopo di dare vita ad un’associazione, senza scopo di lucro, ad elevato contenuto scientifico che favorisse la collaborazione tra medici, stimolasse la ricerca scientifica e raggruppasse i professionisti che operano nel settore della Medicina Estetica.

 

Fra i principali obiettivi:

  • l’interfacciarsi con Enti Istituzionali, quali il Ministero della Salute e/o della Ricerca, per garantire la sicurezza dei dispositivi medici utilizzabili e la salvaguardia del rispetto delle leggi vigenti in materia di medicina;
  • l’aggiornamento degli iscritti, grazie alla partnership con altre Società scientifiche;
  • la lotta a tutte le irregolarità nel campo della medicina estetica;
  • essere un punto di riferimento sia per i medici sia per i pazienti.


Gli obiettivi e lo scopo della FIME sono trasparenti, come si evidenzia a chiare lettere dallo Statuto societario: nessuno dei Soci deve essere animato da smanie di protagonismo o da personalismi; i Soci devono essere professionisti seri e responsabili con a cuore la Medicina Estetica.

 

Il nuovo Consiglio Direttivo, eletto nel luglio 2015, ha messo a punto diversi obiettivi da raggiungere nel biennio 2015-2017.
Tra questi, stabilire una serie di contatti, di confronti, di scambi e di partnership con le altre Società scientifiche, per un arricchimento professionale dei Soci, senza mai perdere di vista i comuni obiettivi, ovvero la sicurezza e la salute del paziente, e non per ultimo, la salvaguardia della dignità e della professionalità del Medico Estetico.

 

Tra questi obiettivi ci sono il continuo dell’iter per il processo di accreditamento ministeriale che per ora vede la designazione, all’interno della Società, di Responsabili regionali.

 

Un altro punto è la creazione di una polizza professionale ad hoc per ogni socio; sicuramente sono state tantissime le società che hanno tentato un’impresa del genere senza per altro riuscirci; ad oggi siamo riusciti ad ottenere una polizza che presenta premi ridottissimi e nessuna franchigia, sia per la sola medicina estetica sia per la medicina estetica con piccola chirurgia, sia per la medicina e chirurgia estetica.

 

Infine, la “tutela” dei medici estetici nei confronti degli Atenei che attivano master universitari di medicina estetica aperti a laureati in odontoiatria, farmacia, igiene dentale, ecc. ad ogni modo, la FIME si impegnerà e si schiererà sempre in prima linea per denunciare e combattere condotte universitarie, commerciali o di qualsiasi altro tipo che ledano la professionalità dei medici che praticano la medicina e la chirurgia estetica.

 

Come ogni buona società medico-scientifica, anche la formazione e l’aggiornamento dei Soci sono tra i nostri endpoint primari come FIME; per il terzo anno consecutivo, il 9 aprile 2016, la FIME organizzerà il 3° Congresso Nazionale, che si terrà a Milano presso l’Hotel Michelangelo e che avrà come titolo: “Lo sguardo dalla A alla Z”. Come suo costume, la FIME sviscererà l’argomento cercando di fornire ai partecipanti le nozioni specifiche per trattare secondo le più acclarate linee guida a riguardo, i pazienti; tra i relatori possiamo annoverare nomi illustri nel campo della chirurgia e della medicina estetica come Giovanni Botti, Francesco Bernardini e Victor
Clatici. Naturalmente la partecipazione al congresso sarà gratuita per i Soci in regola con la quota di iscrizione.

 

Inoltre, si è deciso di organizzare una “Giornata di studio sulle “reazioni avverse da filler”, che si svolgerà il 20 novembre a Torino. Questa interessantissima iniziativa avverrà sotto l’egida delle Società che vorranno patrocinare l’evento e sarà priva di “influenze” commerciali di qualsiasi genere: la FIME come caposaldo ha, ed avrà sempre, la scientificità e l’oggettività della medicina e chirurgia estetica.

 

Per quanto concerne la formazione, stiamo strutturando la creazione di fellowship giornaliere gratuite, a numero chiuso, per i Soci FIME, presso il centro medico di alcuni nostri illustri Soci: nella fattispecie hanno dato la loro disponibilità Giovanni Salti, Nicola Zerbinati e Matteo Tretti Clementoni, tutti “top player” nel campo della medicina e della chirurgia estetica.

 

Un altro enorme passo in avanti in ambito scientifico e di aggiornamento è la partnership con le riviste internazionali ROJCED (http://www.rojced.com/index.php/rojced) e PAR (http://www.parjournal.net);la collaborazione prevede la presenza del logo FIME in prima pagina ad ogni uscita, l’accesso gratuito per i Soci FIME agli articoli scientifici pubblicati, un canale preferenziale per coloro che volessero pubblicare le proprie ricerche ed è in valutazione la possibilità di pubblicare gli abstracts di ogni nostro congresso nazionale.

 

Non ultimo, il Consiglio Direttivo ha deliberato la creazione di un albo delle“reazioni avverse” che ogni medico avrà incontrato o incontrerà nella propria pratica quotidiana. Verrà sviluppato un form “foolproof” che possa oggettivamente rendere registrabile tutti i dati necessari per approfondire il tipo di complicanza sovvenuta; questi dati potrebbero, successivamente, essere utilizzati per lo sviluppo di lavori scientifici da pubblicare esclusivamente su riviste impattate e presenti su pubmed.com.

 

Come ultimo auspicio, con molta nostalgia, cito le parole del Presidente Fondatore della FIME, Pasquale Motolese, il quale terminò il suo discorso in qualità di Presidente neo-insediato così: “Il mio obiettivo è consegnare, al termine di questo biennio, in mano al nuovo Consiglio Direttivo, una società solida, conosciuta in ambito medico-scientifico e con dei principi di integrità e di amore verso la nostra professione.”
 

Dott. Raffaele  Rauso                                                                
Presidente FIME    

I nostri sponsor